CONNECTIONS

Durata: 25 minuti

Regia e Coreografia: Roberto Altamura/Vittoria Brancadoro
Disegno Luci: Vittoria Brancadoro
Musica: Nils Frahm, Pan Sonic, Terry Riley, Sandro Dandria
Prodotto da Milano Contemporary Ballet

ideata da Roberto Altamura e Viittoria Brancadoro, la performance si ispira alla teoria dei sei gradi di separazione, per cui ognuno di noi può essere collegato a qualunque altra persona al mondo attraverso una catena di conoscenze non più ampia di cinque individui, e ripercorre tramite il movimento il potere d’attrazione tra i corpi e la chimica esistente nei rapporti umani.
I danzatori come singoli atomi viaggiano attraverso lo spazio scenico stabilendo legami di contatto e di sincronia, l’atmosfera si carica di corrispondenze empatiche grazie ad un vocabolario muto ma ricercato.
Connections inscena la capacità individuale di catturare attraverso gli impulsi del corpo, entrando in un vortice emozionale e connettivo con gli altri, che nella maggior parte dei casi produce, anche in pochi istanti, un cambiamento psichico e fisico della nostra persona. Racconta dell'eterna ricerca di qualcuno che possa starci accanto, che completi e compensi i nostri tasselli mancanti, come se fosse  di vitale necessità trovare un’estensione della nostra persona nell’altro.